Carnivori

23 Feb

Mi sono permesso di commentare un post che elogiava la prelibatezza della carne di un particolare capretto, ricordando che prima di arrivare al piatto il cammino é abbastanza doloroso per l’animale.

da vegetariano (ho mangiato carne per 34 anni ed ancora mi piace il suo sapore) non vorrei urtare la sensibilitá dei carnivori ma aggiungerei una tappa doverosa a questo itinerario, il passaggio dalla terra alla parrilla che pure si potrebbe proporre al turista venuto da lontano.

A quanto pare finanche a quilino non é che ai capretti sia riservato proprio il massimo delle attenzioni:

“…el cabrito es aquel que solo se alimenta con la leche de la cabra no sale del corral en su corta vida hasta que es arrebatado de su madre y llevado al deguelle, he visto y he participado en la faena de un monton de cabritos en mi pueblo, la verdad es un testimonio atroz ya que el animal es sujetado de las cuatro patas y se le agarra el hocico con otra mano mientras un cuchillo afilado hace un sonido seco contra el cuero del animal y este empieza a gemir sus ojos se desorbitan y su cuerpo entero se estremece corriendole escalofrios, pequeñas contracciones, la sangre brota como si abrieras una canilla roja y bien consistente, cae en una batea y en dos minutos el animal emite su ultimo suspiro, asi se mata un cabrito”

Il sapore passa anche attraverso la consapevolezza

Questa la risposta:

Caro Delfo tutto vero, anzi verissimo, ma anche molto demagogico, melenso.Direi superficiale, scorretto, capriccioso.Quasi puerile. Parole dette da uno che sembra incazzato con se stesso e che se la prende con gli altri. Troppo semplice far leva sull´immagine del povero capretto separato dalla mammina. Lo sai perché si usa quel sistema per sacrificare l´animale? Informati. L´uomo compie questi gesti da quando ha uso della ragione. Anzi forse da prima ancora. Non ci stai raccontando nulla di nuovo. Non urti assolutamente nulla. E allora? Quale sarebbe il punto? La novitá? Che cosa ci vuoi dire? Sei vegetariano? Bravo. Complimenti. Prendiamo atto in religioso e timoroso silenzio. Mangia le tue verdurine, la pizza, i broccoletti, la soia, i fagioli, le lenticchie e gli spaghetti e lascia a noi poveri cannibali schifosi, cattivi, delinquenti, gente priva di scrupoli, assassini (vuoi aggiungere altro..fai pure) la terribile incombenza di mangiare ogni tanto una porzione di carne. Non ti piace? Non la mangiare. Ma non venire a farci il predicozzo. Scusami, comprendimi la carne rende aggressivi. Chi fa il mio lavoro sa benissimo (o almeno dovrebbe) come vengono sacrificati tutti gli animali destinati al consumo umano. Io lo so. Ho presenziato a tutte queste cose. Non c´é nulla di divertente. Peró é cosí. E´dalla notte dei tempi che questo succede. E una parte della vita. Possiamo discutere ore, giorni, mesi, anni, su karma, sofferenza, principi nutrizionali, importanza o meno della carne nell´alimentazione dell´uomo, eccetera. Io faccio analisi diverse. Sono giornalista. Il giornalista descrive quello che vede e prova e cerca di trasmetterlo. Se vuoi riscrivo il testo che hai mandato usando altre parole e vedrai che l´effetto é diverso. E´come se, comprando un telefono cellulare o le schede elettroniche che si usano nell´industria attuale, dovessimo pensare al lavoro nero dei bambini o ai veleni che gli operai devono sopportare nelle fabbriche cinesi. Hai telefono cellulare? Immagino di si. Pensaci. Dai che un predicozzo su quello ci potrebbe anche stare. Se ne hai voglia mandami un testo su questo problema che interessa centinaia di milioni di operai cinesi che s´ammazzano per dare a te e a me li strumenti della nostra bellissima tecnologia attuale. Oppure sempre se ti fa piacere e ci vuoi illuminare con il tuo sapere perché non ci racconti qualcosa in merito alla gestione dei rifiuti e delle scorie nella regione Campania. Perché non ci racconti gli effetti sugli alimenti (per esempio la mozzarellina di bufala dop che tanto piace ai vegetariani) e sulla salute degli abitanti della zona che vedeno aumentare vertiginosamente l´incidenza di cancro e leucemie soprattutto in bambini di tenera etá. Ah e giá che ci siamo facci sapere dall´alto della tua consapevolezza se hai qualche commento da fare sulla violenza alle donne ed ai bambini. Ciao.

no comment

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: